A 81 anni il bisnonno-artista Bernardi realizza il modello del Castello Estense in legno

Ieri la visita e le congratulazioni dei due sindaci Fabbri e Garuti

Data:

11/11/2022

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

“Per me è il compimento di un sogno”: Bruno Bernardi, di 81 anni, di Gallo, falegname di professione e pittore autodidatta con esposizioni allestite negli anni anche al Centro di documentazione del mondo agricolo ferrarese (MAF) e nella sala EFER di largo Castello, ha completato, dopo circa 8 mesi di lavori, un modello interamente in legno del Castello Estense di Ferrara, di mezzo metro di altezza per uno e venti, circa, di larghezza.

 

Ha iniziato a febbraio 2022 e finito la scorsa settimana. Per l’occasione ha accolto nella sua casa, ieri, i sindaci Alan Fabbri (Ferrara) e Daniele Garuti (Poggio Renatico), mostrando loro il frutto di un intenso lavoro di taglio, intarsio, assemblaggio, usando come modello solo fotografie (da lui scattate) e affidandosi all’abilità manuale e all’esperienza acquisita in decenni di lavoro. Differenti i tipi di legno utilizzati, in prevalenza compensato marittimo di un centimetro di spessore unito ad altre essenze che meglio si sono prestate alla realizzazione dei dettagli, come le balaustre che cingono le torri.

 

Ora l’opera sarà dipinta e decorata: “Sarà altrettanto impegnativo ma posso già dire di aver realizzato il sogno di una vita, quasi una sfida con me stesso. Ci sono voluti mesi ma il risultato è arrivato”. “Il Castello estense è l’opera che ho nel cuore, ho sempre avuto il desiderio di poterla riprodurre”, dice. Dai sindaci Fabbri e Garuti - accolti a casa sua - sono arrivati i complimenti e l’incoraggiamento a proseguire con le realizzazioni dei monumenti simboli del territorio. “Sono onorato della presenza di due sindaci”, ha detto, “una soddisfazione poter mostrare loro questa opera”. 

 

Bernardi, sposato da 58 anni con Silvia Innocenti, è bisnonno. L’opera ha affascinato anche i nipoti Sara (24 anni) Beatrice (21 anni) e Alex (38 anni). “Sono rimasti stupiti. Se ho portato a termine questa opera è anche per il sostegno che i miei familiari mi hanno sempre dato e l’apprezzamento che hanno sempre manifestato per la mia arte”. “Ringrazio inoltre anche il signor Francesco Gnaccarini, titolare dell’azienda RAIO Srl di Molinella, che mi ha fornito strumenti e consigli utili per realizzare e valorizzare il ‘mio’ Castello Estense”. 

A cura di

Altre informazioni

Data pubblicazione

11/11/2022

Aggiornamento

11/11/2022 10:59