La Casa dell’Ortolano diventa un ‘caso scuola’ per la formazione di ingegneri e architetti

Il progetto di recupero sarà al centro di un incontro che si terrà venerdì 9 giugno alle 14:30 negli spazi dell'ex refettorio di San Paolo

Data:

08/06/2023

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Il progetto sostenibile di recupero dell’antica Casa dell’ortolano, lungo le mura sud di Ferrara, sarà al centro degli approfondimenti e degli studi di ingegneri e architetti che, in un incontro che si terrà venerdì 9 giugno alle 14:30 (con successivo sopralluogo) potranno acquisire crediti per l’aggiornamento professionale obbligatorio.

 

L’evento si terrà negli spazi dell’ex refettorio di San Paolo in via Capo delle Volte 4, per la prima volta aperto al pubblico dopo i recenti lavori di adeguamento e le installazioni di nuove dotazioni per convegni, eventi espositivi e piccoli spettacoli o piccoli concerti.

Cuore dell’appuntamento saranno, in particolare, le modalità di attuazione degli interventi e la tipologia di recupero che si candida ad ottenere la certificazione ambientale internazionale con marchio GBC-hb (acronimo di Green building council - historic building, protocollo speciale declinato agli edifici storici).

 

Al termine dei lavori l’area diventerà il fulcro del sistema di promozione della cinta muraria, del turismo lento, dei percorsi ciclopedonali e di valorizzazione dell’antica cultura contadina (con filari di vite maritata e orti didattici).

 

L’evento, patrocinato dal Comune, è infatti organizzato dal Chapter Emilia-Romagna di GBC Italia e dal socio BinarioLab in collaborazione con gli ordini di ingegneri e architetti e la Fondazione Architetti di Ferrara.

L’appuntamento è aperto alla cittadinanza e, come spiega l’assessore Andrea Maggi che aprirà i lavori, “Sarà anche una preziosa occasione per illustrare nel dettaglio i lavori in corso, la complessità dell’intervento che si sta realizzando e la cura ambientale con cui si sta attuando, con la possibilità anche di vedere di persona le fasi di sviluppo del cantiere”.

 

Con Maggi interverranno inoltre: Natascia Frasson, dirigente del servizio Beni Monumentali del Comune di Ferrara, Marco Mari, presidente di GBC Italia, Gildo Tomassetti, segretario Chapter Emilia Romagna (“Il principio DNSH nella costruzione e ristrutturazione di edifici”), Marco Zuppiroli dell’Università di Ferrara (“L’applicazione dei protocolli HB sul patrimonio edilizio storico a valenza testimoniale”), Raffaela Vitale. del Comune Ferrara (“Progetto Casa dell’Ortolano vallo mura sud”), Eugenio Artioli (“Il miglioramento sismico nel caso studio Casa dell’Ortolano”) e Cristiano Ferrari (“La certificazione di sostenibilità ambientale GBC HB del progetto Casa dell’Ortolano”), entrambi di Binario Lab. Modera Cinzia Gennarelli.

 

A seguire è prevista la visita al cantiere. Chi volesse partecipare al sopralluogo, per motivi di sicurezza è tenuto a presentarsi con calzature chiuse.

 

Intanto continuano i lavori delle imprese - la Navarra Srl, con la Costruzioni Generali Zoldan Srl - per un valore complessivo di circa 1,3 milioni di euro, su entrambi gli immobili nell’area interessata (di 1.640 metri quadrati) che si affaccia sulle mura storiche: sul fienile operai e tecnici si stanno concentrando sul consolidamento strutturale, ed è già stato realizzato il getto di cemento armato di rinforzo al primo piano.

 

Per quanto riguarda l’immobile padronale, si stanno realizzando operazioni funzionali al consolidamento delle fondazioni. Su entrambi gli edifici continua inoltre il lavoro di restauro delle mura perimetrali.

Correlati

A cura di

Altre informazioni

Data pubblicazione

08/06/2023

Aggiornamento

08/06/2023 11:48