L’81enne Bruno Bernardi dona il modellino del Castello al Comune di Ferrara

La fortezza in scala è composta da migliaia di pezzi costruiti a mano, 8 mesi di lavoro che coronano una carriera lunga più di 50 anni

Data:

11/04/2023

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Ha realizzato a mano migliaia di pezzi, assemblandoli pazientemente in otto mesi di lavoro.

 

Lui è Bruno Bernardi, 81 anni, falegname per 52 anni, che oggi ha donato al Comune di Ferrara un modellino del Castello estense costruito minuziosamente nei dettagli e anche negli allestimenti interni del cortile.


I sindaci Alan Fabbri (Ferrara) e Daniele Garuti (Poggio Renatico) a novembre 2022 erano stati in visita al suo laboratorio di Gallo, congratulandosi per la realizzazione. In quella sede Bernardi aveva annunciato la sua volontà di regalare al Comune il frutto del suo lavoro.


La fortezza in scala - ha spiegato oggi nel corso dello scoprimento della donazione - è stata realizzata partendo da fotografie che, dalle diverse prospettive, Bernardi ha scattato, ispirandosi alle immagini dal vero. Il modellino è in legno, ma i cancelli sono forgiati nel metallo.

 

“Per me è un’emozione grandissima”, ha rivelato l’artigiano al vicesindaco Nicola Lodi, che - con gli assessori Marco Gulinelli e Matteo Fornasini - lo ha accolto a palazzo Municipale questa mattina ringraziandolo e complimentandosi per “L’abilità, la pazienza, il gesto di donare alla città un’opera ispirata dal simbolo di Ferrara, realizzata con passione, saper fare e con tutta la cura di un grande innamorato della nostra terra”.

 

Bernardi, sposato da 58 anni con Silvia Innocenti, è bisnonno. La sua opera ha affascinato anche i nipoti Sara (24 anni), Beatrice (21 anni) e Alex (38 anni). Ora il Castello in formato ridotto da lui realizzato accoglie cittadini, turisti, visitatori che salgono al primo piano da piazza Savonarola, o che vi giungono dal salone monumentale, e si trova a pochi passi dal Camerino delle duchesse, uno degli ambienti più affascinanti dell'antico palazzo Ducale.

 

“Questo palazzo è uno scrigno di meraviglie, è un onore poter esporre un mio lavoro qui”, ha detto l’artigiano-artista che già si è dato un nuovo obiettivo: “Mi piacerebbe realizzare anche un modellino del duomo, è di grande complessità ma voglio provarci. Mi piace darmi obiettivi e seguire l’ispirazione, ho sempre lavorato così e questa cosa mi ha sempre dato nuova motivazione nella mia attività. È una bella sfida ma conto di riuscirci”.

 

A cura di

Altre informazioni

Data pubblicazione

11/04/2023

Aggiornamento

11/04/2023 12:03